LA STORIA DEI SIGILLI

POSSEDUTO DA QUELLI DI ELEVATO STATO

Dal 5.000 a.C., o anche prima, gli esseri umani hanno utilizzato i sigilli per autenticarsi.
I sigilli furono inventati in Mesopotamia, un’antica regione situata nel Mediterraneo orientale, vicino agli odierni Iraq, Iran, Siria e Turchia.
In origine, i sigilli erano realizzati con pietra calcarea cilindrica ed erano finemente scolpiti o incisi sui lati.
Per creare impronte di inchiostro, curvarono i sigilli esercitando poi una leggera pressione.
Coloro che possedevano i propri sigilli erano, senza dubbio di alto rango sociale.
Indossavano i loro sigilli su un filo o una catena intorno al collo come una collana.
Non era solo un magnifico accessorio, ma era anche un modo per mostrare il proprio potere!

La cultura dei sigilli si è poi diffusa in tutto il mondo.
Il loro uso e la loro forma variavano a seconda del tempo e del luogo. Sotto i sistemi feudali, solo i re o le nobiltà di alto livello avevano il diritto di usare i propri sigilli.
In altre parole, i cittadini comuni potrebbero non aver dovuto autenticarsi o “simbolizzarsi”.
Ora, il mondo è diventato democratico in cui tutti hanno il diritto di esprimere la propria individualità. Tuttavia, la cultura dei sigilli è scomparsa in molti paesi.
Come sapete, le persone ora usano le firme invece dei sigilli poiché molto più accessibili.

In Giappone, il sigillo più antico che è stato trovato fu realizzato con il 95% di oro e fu conferito dall’imperatore della dinastia Han nel 57 d.C. per autorizzare il Giappone come suo vassallo.
Anche in Giappone i sigilli venivano usati dagli imperatori e dai membri della famiglia aristocratica per questioni pubbliche.
Durante l’era della guerra civile, i signori feudali usavano i loro sigilli per la corrispondenza.
Normalmente il nome era inciso sui sigilli, ma alcuni samurai crearono i loro sigilli con i loro principi o immagini che gli piacevano.

Dal XVII secolo, l’uso dei sigilli in Giappone non è stato limitato ai soli Shogun e ai signori feudali.
I commercianti iniziarono ad utilizzare i sigilli per i contratti commerciali e anche i cittadini comuni avevano i propri.
Poiché i sigilli garantivano le loro proprietà, erano considerati la seconda cosa più importante dopo la vita per i giapponesi.
E così, la cultura dei sigilli è andata avanti.
È stato mantenuta anche dopo che il Giappone è cambiato drasticamente in un paese “moderno e occidentalizzato” nel XIX secolo, sotto il nuovo governo che voleva implementare la cultura della firma.

In alto: Ukiyoe di Takeda Shingen (1521-1573) .
Al centro: Sigilli esclusivi di Nobunaga, “Unifica la nazione con la forza” e Immagine del drago di Shingen.
In basso: Ritratto di Oda Nobunaga (1534-1582).

SIAMO VOGLIOSI DELLE VOSTRE IDEE!
COSA SONO I SIGILLI?
MAESTRO CREATORE DI SIGILLI
STORIA DEI SIGILLI

taiseki_footer_logo

37 Kurumada, Minobu-cho, Minamikoma-gun, Yamanashi, 409-3116, JAPAN.